Ricordando Charlie Hebdo e i suoi eroi, tre anni dopo…


Per non dimenticare la matta bestialità del terrorismo islamico

Ogni persona civile degna di questo nome oggi non può che ricordare l’infame attentato islamico alla sede di  Charlie Hebdo, a Parigi, avvenuto giusto tre anni fa, e le vittime di una violenza folle e senza giustificazione alcuna.
Il silenzio ed il raccoglimento contro la violenza dei fanatici assassini, per non dimenticare e soprattutto per reagire contro chi vuole uccidere la nostra civiltà, la nostra libertà di espressione, quello che, nel bene o nel male, noi europei siamo…
Ma anche un pizzico di ironia, com’era e com’é tuttora nello spirito, indipendente, irriverente, di questo giornale e di quegli eroi, che non volevano essere tali, ma solo scrivere quello che pensavano, di quel giorno terribile…

Attenzione!

Non dimenticatevi di leggere anche

Vino al vino http://www.vinoalvino.org/

Lemillebolleblog http://www.lemillebolleblog.it/

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *