Nella Londra del Sindaco Sadiq Khan le opere di Schiele tornano arte degenerata…

Nella civilissima e meravigliosa London di oggi, in questa città più volte segnata, ma non certo piegata, dal terrorismo di matrice islamica, è accaduta una cosa straordinariamente grave.

E’ difatti accaduto, come riporta questo articolo de Il Giornale, che una serie di cartelloni raffiguranti opere del grandissimo artista austriaco Egon Schiele, esposte per informare che l’anno prossimo si terranno una serie di mostre ed esposizioni, quando cadrà il centenario della morte del pittore espressionista, siano state fatte oggetto di censure, perché giudicate “troppo audaci”.

Il direttore dell’ufficio del Turismo di Vienna, Norbert Kettner, ha accolto l’assurda richiesta avanzata dalla società di trasporti pubblici della capitale britannica, Transport for London, di pixelare le parti “offensive”, ma è intervenuto in maniera geniale disponendo che le parti dei quadri giudicate “troppo audaci” venissero ricoperte da un banner tanto provocatorio quanto diretto: “Ci dispiace, queste immagini hanno cent’anni ma comunque sono troppo azzardate anche oggi”.

Due domande: è un caso che questo episodio di intolleranza, più che di pruderie, avvenga nella Londra a di Sadiq Khan, parlamentare 46enne del Partito Laburista britannico, primo sindaco  di religione musulmana di una capitale europea?

E’ allucinante e inquietante che nella libera e civile London si censuri l’arte sublime di un grande artista come Egon Schiele. Forse che il sindaco musulmano la considera, come i nazisti, come il regime hitleriano, “arte degenerata”, Entartete Kunst?

Attenzione!

Non dimenticatevi di leggere anche

Vino al vino http://www.vinoalvino.org/

Lemillebolleblog http://www.lemillebolleblog.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *