Facebook, adesso hai rotto i co… comeri con la tua censura!

Ho scoperto stamattina che il celebre social network denominato Facebook ha nuovamente esercitato l’arma della censura nei miei confronti. Ho scoperto da questo avviso, che sono stato nuovamente bloccato per un mese dopo essere stato riammesso venerdì.

Capirete che la cosa mi fa frullare le palle e mi fa venire la nausea.

Chiedo a tutti gli amici che mi seguono di avere il coraggio, oggi la censura tocca a me, domani potrebbe toccare a voi, di pubblicare questo mio testo, mentre mi riservo di vedere se un bravo Avvocato abbia gli attributi per sostenermi in una causa per danni d’immagine e per l’oggettivo impedimento a pubblicare miei contributi sul social network per un mese, sulla propria pagina.

Questa censura é cosa intollerabile !

Franco Ziliani

Ecco la comunicazione ricevuta dal social network americano

Abbiamo rimosso un contenuto che hai pubblicato

Un contenuto che hai pubblicato potrebbe non rispettare i nostri Standard della community. Rimuoviamo i post che attaccano le persone in base a razza, etnia, nazionalità, religione di appartenenza, orientamento sessuale, genere o disabilità.

“traduca, prego.. A me non fanno incazzare tanto le “risorse”, tanto so che razza di figuri siano, ma mi indigna l’ignavia dei siculi che assistono all’indecoroso spettacolo e non reagiscono, non vanno a prendere gli idioti nella casa che li ospita, gratis, e magari buttano loro dalla finestra. E’ questa merdosa ignavia, che spesso al Sud diventa anche omertà, che ha rovinato e rovinerà l’Italia, non solo l’invasione di Lumumba e islamici”.

E se oggi provo a pubblicare qualcosa appare questo testo:

  • Di recente hai pubblicato un contenuto che non rispetta le normative di Facebook, pertanto ti è stato impedito temporaneamente di usare questa funzione. Per ulteriori informazioni, visita il Centro assistenza.

    Per impedire di ricevere blocchi in futuro, assicurati di aver letto e compreso gli Standard della comunità di Facebook.

    Il blocco sarà ancora attivo per 29 giorni e 22 ore.

 

Tutto nasce da un commento di un lettore che segnalava come “A Francofonte, vicino Siracusa, alcuni immigrati minorenni, scontenti di paghetta, cibo e vestiti, distruggono mobili e poi li lanciano dal balcone del centro che li ospita! Tranquilli, la risposta dei buonisti è già pronta: colpa di Salvini “che semina odio”…!”, cui ho replicato osservando dapprima “Ma le forze dell’ordine non sono capaci di intervenire? E questo popolo di pecoroni scemi che assiste alle intemperanze delle risorse boldriniane non é capace di reagire?” e poi “Parliamo della “reazione” del popolo di Francofonte, vicino Siracusa… Se fosse successo in Lombardia, la gente non sarebbe stata a guardare, ma avrebbe reagito. Ma, che ci vuoi fare, quasi africani non potevano mica prendersela con degli africani…”.

Infine c’è stato il mio commento sopra riportato e che per comodità riporto ancora sotto, che ha scatenato la reazione politicamente corretta e la censura di Facebook: “A me non fanno incazzare tanto le “risorse”, tanto so che razza di figuri siano, ma mi indigna l’ignavia dei siculi che assistono all’indecoroso spettacolo e non reagiscono, non vanno a prendere gli idioti nella casa che li ospita, gratis, e magari buttano loro dalla finestra. E’ questa merdosa ignavia, che spesso al Sud diventa anche omertà, che ha rovinato e rovinerà l’Italia, non solo l’invasione di Lumumba e islamici”.

Domanda: ma vi sembra davvero, il mio, appartenente alla categoria dei “post che attaccano le persone in base a razza, etnia, nazionalità, religione di appartenenza, orientamento sessuale, genere o disabilità”?

Ma va a scuà l’mar, Facebook!

 

oppure, se preferite, questo capolavoro:

 


Attenzione!

Non dimenticatevi di leggere anche

Vino al vino http://www.vinoalvino.org/

Lemillebolleblog http://www.lemillebolleblog.it/

 

 

4 pensieri su “Facebook, adesso hai rotto i co… comeri con la tua censura!

  1. Caro Franco, sono molto d’accordo con te, ma purtroppo i modi in cui vengono dette le cosa fanno si che tu venga bloccato.
    Lo so che il tuo mi di esprimerti è giusto, ma per me, i buonisti non la pensano così
    Sei bravo a scrivere, molto più di molti giornalisti, ma se non vuoi essere bloccato devi usare più la filosofia per dire le stesse cose, lo so che l’effetto magari non è lo stesso, però, purtroppo è così.
    Facebook non ti blocca da solo, ma vieni segnalato da più persone è così avviene il blocco. Dai fastidio a molti politicanti e quindi vieni segnalato
    Ciao e buon lavoro

    1. Grazie Michele, ma io in certe situazioni, più che la filosofia userei l’olio di ricino ed il bazooka. Sbaglio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *